0

Quali elementi del nostro mondo trovano riscontro nel Medio-Mondo? (Parte II di III)

Se la nostra civiltà venisse in gran parte distrutta, cosa sopravvivrebbe (oltre alla fame per il petrolio, a quanto pare)?
Alzi la mano chi ha risposto: la musica. Ottimo intuito.
Roland, proprio all’inizio del primo romanzo, canticchia una ballata che risponde al nome di “Hey Jude”. Non sono sono stati ancora inventati dei libri che permettano di ascoltare le canzoncine fischiettate dai personaggi del romanzo, ma con tutti i rischi del caso, mi sentirei di azzardare che quella “Hey Jude” è la nostra “Hey Jude”. Beatles, 1968: McCarthney scrive una canzone per rincuorare il figlio di Lennon, Julian, a proposito del divorzio dei suoi genitori.
E la cosa incredibile è che Roland la canti. […]


E non solo, perché più tardi, lo stesso pistolero cita anche “Ease on down the road” (dal musical “The Wiz”, il Mago, che altro non è che l’adattamento teatrale de “Il Mago di Oz”, tanto perché non parlo a caso!) e “Careless Love”(famosissima ballata riarrangiata da grandi nomi quali: Ray Charles, Bob Dylan, Janis Joplin).
Il tema musicale rimane sempre importante durante la serie. Lo fa con continui riferimenti alla musica del nostro tempo (meritandosi a pieno titolo di entrare a far parte della corrente AvantPop) -citando Elthon John, i Megadeth, i Rolling Stones– e allo stesso modo adattandola a situazioni particolari nei romanzi.
In “Terre Desolate”, Eddie sente provenire dalle zone remote fuori Lud un riff di tamburi del tutto simile a quello suonato dagli ZZ top nella loro arcinota “Velcro Fly”. Gli ci vuole un po’ per afferrare il ritmo ma quando lo fa è praticamente sicuro della somiglianza.
L’esempio più rappresentativo proviene da Susannah, particolarmente legata a una canzone (che poi sarà piuttosto importante nella storia, tanto da comparire nel titolo del sesto romanzo) esistente tanto nel suo universo quanto in quello di Roland. “Man of Costant Sorrow” presenta delle leggere divergenze tra le due versioni, ma risulta praticamente identica nello spirito.

Filippo Magnifico